CHI SIAMO

Chi è USC

The Ultrasound Company (USC), nasce dall’idea di un progetto di ricerca e sviluppo nel settore agroalimentare, con particolare riferimento alla materia della sanificazione e igienizzazione di alimenti e impianti per alimenti.

La ricerca condotta, ha portato in evidenza l’esigenza primaria e strategica per le aziende del settore

agroalimentare di garantire prodotti immuni da contaminazioni batteriche, questo non solo con riferimento alla materia prima ma anche agli impianti utilizzati per la produzione.

Ad oggi, tale esigenza viene soddisfatta con il ricorso a metodi tradizionali quali calore, additivi, processi di lavaggio, ecc.

L’innovazione che la società vuole introdurre nel mercato è rappresentata dalla tecnologia ad ultrasuoni. La tecnologia ad ultrasuoni è in grado di sostituire i metodi tradizionali di sanificazione con un particolarità

che ne fa l’elemento caratterizzante e altamente innovativo: gli ultrasuoni mantengono inalterate le proprietà organolettiche degli alimenti.

 

Nel corso delle ricerche e degli esperimenti condotti, si sono evidenziate ulteriori proprietà della metodologia ad ultrasuoni che consentono, e non solo con applicazione nel mercato agroalimentare, attività quali omogeneizzazione, emulsione, controlli non distruttivi.

La metodologia ad ultrasuoni sembra dunque destinata a soddisfare diverse e numerose esigenze nel settore agroalimentare e dell’industria in genere.

L’impegno della società è proprio rivolto allo sviluppo delle più svariate applicazioni che la metodologia ad ultrasuoni possa consentire.

La Tecnologia della “sonicazione”

 

La sonicazione è un termine utilizzato per descrivere l’utilizzo di onde acustiche, in particolare ultrasoniche, per vari scopi. In laboratorio la sonificazione è normalmente condotta con l’ausilio di un sonificatore, un apparecchio che genera vibrazioni meccaniche amplificate sfruttando corrente elettrica ad elevata frequenza prodotta da un generatore. Gli ultrasuoni vengono trasmessi in una vasca contenente acqua, che può essere anche termostatata a varie temperature. La cavitazione sonica è l’effetto energetico che viene fondamentalmente sfruttato.

La sonificazione permette di velocizzare la dissoluzione dei soluti in determinati solventi, utile soprattutto nei casi più problematici. Un utilizzo importante riguarda la preparazione di campioni per NMR. Altro utilizzo fondamentale consiste nel provvedere energia per originare reazioni sonochimiche. In ambito biologico la sonicazione permette di estrarre efficacemente enzimi e proteine per lisi di membrane cellulari di batteri o colture cellulari.

I principali campi di applicazione di questa tecnologia ad ultrasuoni sono:

  • disintegrazione delle cellule in maniera selettiva
  • accelerazione della fermentazione miscelazione
  • omogeneizzazione
  • dispersione di una polvere in un liquido emulsionante di olio/grasso in un flusso di liquido
  • degasaggio
  • ispezione, per esempio nell’industria del food and beverage
  • cristallizzazione
  • lavorazione e ispezione della carne
  • stimolazione delle cellule viventi
  • attivazione (accelerazione) di una reazione enzimatica in alimenti liquidi)
  • estrazione da un terreno di sostanze da sottoporre ad analisi e la pulizia di oggetti su larga scala  processi di cleaning industriale

 

 

Prodotti

 

Cleaning  

  • Progettazione e realizzazione di impianti in linea o in bench.
  • Pulizia e sanitizzazione di interi impianti e prodotti industriali.
  • Alta efficenza energetica.
  • Controllo e gestione in remoto. Manutenzione predittiva.

 

Sanificazione Emulsione

Fluidi Industriali Alimentari

 

Pastorizzazione a Freddo, Emulsione, Omogenizzazione

  • Latte
  • Siero del latte
  • Puree di frutta e verdura
  • Succhi
  • Acqua

 

Sanitizzazione

  • Oli Lubrificanti

 

 

I Controlli non distruttivi (CND)

  • Il CND ad ultrasuoni permette di effettuare ispezioni di prodotti di varia natura in continuo senza dover ricorrere alla separazione e controllo in batch con tecniche distruttive. La tecnica si basa sulla differenza di densità e pertanto non è influenzata dalla conducibilità né termica né elettrica dell’inquinate da identificare.
  • Il CND viene utilizzato in tutti i settori, dall’aeronautico al siderurgico, medicale, cosmetico, agroalimentare, armi, costruzioni, auto, ecc.
  • La tecnica ad ultrasuoni permette di eseguire ispezioni di inquinanti solidi in linea su diversi materiali:

legno, vetro, minerali, carta, plastica con dimensioni dell’inquinante a partire da 0,1mm e velocità lineari sino a 5 mt/sec. senza nessuna emissione radioattiva e senza alterare le caratteristiche organolettiche degli alimenti.

  • Nel legno, metallo, materiali compositi ed elementi portanti in cemento ad esempio è possibile identificare cricche o fessure che comporterebbero il collasso; nel vetro è possibile eseguire verifiche della scheggiatura di colli di bottiglia oppure la presenza di frammenti di vetro nella bottiglia stessa; nel metallo è possibile rintracciare (fino a qualche metro di spessore) difetti o cricche all’interno della massa stessa del metallo; negli alimenti è possibile rintracciare sia corpi estranei (legno, metalli, pietre, ecc) sia agglomerati non conformi. Inoltre su questi ultimi è possibile anche utilizzare gli ultrasuoni come sterilizzatore della linea o omogeneizzatore di bolle d’aria all’interno del prodotto alimentare stesso.
  • L’ispezione in linea permette di verificare ogni singolo prodotto (eseguendo quindi un controllo al 100%) con assorbimenti di energia bassissima e frequenze sino a 20 khertz. Gli ULTRASUONI sono onde acustiche che a queste frequenze e potenze sono assolutamente NON NOCIVE per gli umani e l’ambiente. Non c’è infatti necessità di adottare alcuna schermatura particolare e non ha obbligo di asseveramenti da parte della ASL.
  • La tecnica ad ultrasuoni viene applicata con dispositivi specifici poco ingombranti e può essere applicata in linea continua senza necessità di modificare la stessa, fatto salvo la necessità di introdurre in linea di produzione dei sistemi di espulsione del prodotto non idoneo successivamente al controllo.

 

  • Questa tecnica ad ultrasuoni, proprio per la sue efficacia e la sua facile adattabilità in linea, mette al riparo il cliente da analisi distruttive assai onerose e non risolutive, e soprattutto lo tutela da eventuali reclami cliente e richieste danni causati a terzi e alle conseguenti azioni amministrative e penali.